NOTO DI NOTTE

Sempre bellissima, quando cala il sole,   Noto assume un particolare fascino raffinato e avvolgente; lontana dai rumori e dalla  confusione diurna, la notte con i suoi giochi di chiaro scuro, la città  regala al viandante il gusto massimo del barocco da poter ammirare nei suoi minimi dettagli; per tale motivo vi voglio regalare delle foto scattate qualche giorno fa in occasione di una passeggiata notturna a Noto, accompagnandola con le strofe di Ibn Hamdîs che qui vi nacque.

Sebastiano giugno 2016

 

Custodisca Iddio una casa di Noto,
e fluiscano su di lei le rigonfie nuvole!
Con nostalgia filiale anelo alla patria, verso cui mi attirano
le dimore delle belle sue donne.
E chi ha lasciato l’anima a vestigio di una dimora,
a quella brama col corpo fare ritorno….
Viva quella terra popolata e colta,
vivano anche in lei le tracce e le rovine!
Io anelo alla mia terra,
nella cui polvere si son consumate le membra e le ossa dei miei avi.
E chi ha lasciato il cuore a vestigio di una dimora,
a quella brama col corpo fare ritorno

Ibn Hamdîs 
(poeta arabo-siciliano, 1056-1133)

GUARDA LE FOTO

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail