DOMENICA 3 MARZO ALLA SCOPERTA DI TRAPANI MUSEO PEPOLI E CARNEVALE VALDERICE

 

Ritrovo dei partecipanti a piazzale Giotto alle ore 0815 e partenza per Trapani: visita del   santuario della Madonna di Trapani  e del  Museo Regionale “Agostino Pepoli”, allocato presso l’ex convento dei Padri Carmelitani, attiguo al santuario di Maria SS. Annunziata, ove si venera il celebre simulacro marmoreo della Madonna di Trapani, opera del 1360 circa, attribuita a Nino Pisano.
Il Museo comprende numerosi  dipinti, con ampia rappresentazione della cultura artistica in Sicilia occidentale tra XIII e XIX secolo,   sculture, tra cui quelle di scuola Gaginesca, che tanto ha influenzato la statuaria in Sicilia, meravigliosi  presepi dell’artigianato trapanese, caratterizzati dalla manifattura in Legno, Tela e Colla,  oreficeria, con gioielli appartenenti al tesoro della Madonna di Trapaniargenti della tradizione trapanese e soprattutto alcune pregevolissime opere in corallo, materiale che aveva in Trapani un importante centro di produzione e lavorazione, tanto da diventare una peculiarità dell’artigianato del luogo,  paramenti sacri, acquisiti con le Leggi eversive del 1867 al patrimonio dello Stato, nonché abiti d’epoca appartenuti alla nobiltà trapanese  maioliche, fra cui risaltano le pavimentazioni raffiguranti la pesca del tonno, importantissima attività produttiva della zona,  cimeli del Risorgimento, testimonianza della partecipazione della provincia all’Unità d’Italia.Pranzo tipico nel centro storico della città a base di couscus, con lo  chef che ci farà vedere la preparazione. Dopo una breve visita del centro storico,  nel  pomeriggio trasferimento a Valderice per assistere al famoso Carnevale con la  sfilata di carri allegorici. Rientro in serata a Palermo

La quota comprende: Bus Gt per tutta la durata del viaggio, Guida/ Accompagnatore autorizzato, Colazione (cornetto), visita guidata del museo Pepoli,  pranzo tipico con couscous, auricolari.

Per prenotazioni  e info contattate Sebastiano Garifo al numero 3317830949

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *